recensioni online e affidabilità

Le recensioni online sono affidabili?

Dalla scelta del miglior hotel in città alla ricerca di negozi ed attività, la maggior parte delle persone si affidano alle recensioni online. In effetti, riponiamo così tanta fiducia nelle recensioni online che una sola recensione negativa può offuscare completamente la reputazione online di un’azienda o di un privato. Secondo alcuni studi, l’88% delle persone si fida delle recensioni online tanto quanto le raccomandazioni personali, a patto che le recensioni siano autentiche. Ma c’è un problema. Circa il 20% delle recensioni sono false. Quindi puoi davvero fidarti delle recensioni online?

Con l’articolo di oggi, guarderemo più da vicino il mondo delle recensioni online.

Recensioni positive False

Lo sappiamo bene. Buona parte delle recensioni positive a cinque stelle, sono recensioni fasulle il cui unico scopo è quello di convincere gli utenti a comprare un determinato prodotto/servizio.

Secondo alcuni studi recenti, circa il 16% delle recensioni positive sono fasulle. Ma gli utenti non sono stupidi e ormai sanno bene che se un prodotto dispone di poche recensioni tutte positive, probabilmente si tratta di recensioni false.

Proprio per questo motivo, Amazon ha cominciato una dura lotta all’interno della sua piattaforma, rimuovendo migliaia di recensioni fasulle.

Recensioni negative False

Neanche le recensioni negative sono salve dai Fake, anzi. I tuoi competitor potrebbero decidere di acquistare delle recensioni negative per i tuoi prodotti/servizi.

Il motivo? Beh, una recensione negativa è in grado di farti perdere parte dei clienti.

Ti basti pensare che una singola recensione negativa è in grado di danneggiare pesantemente il tuo business o il business dei tuoi competitor.

Ecco perché il mercato delle recensioni è fiorente.

Comprare e vendere recensioni online

Riuscire ad individuare recensioni neutrali su internet è molto difficile. Basti pensare che esistono decine di aziende (sparse per il mondo) il cui unico scopo è quello di produrre recensioni false per i propri committenti.

In genere si tratta di recensioni positive verso i propri prodotti/servizi, ma molto più frequentemente, si tratta di recensioni negative verso i prodotti/servizi dei propri competitor.

Una semplice ricerca su Google ti fornirà un elenco incredibilmente completo di servizi che possono essere utilizzati per acquistare tutte le recensioni false di cui hai bisogno. E poiché molte persone si fidano delle recensioni online, i brand assumono regolarmente tali servizi per aumentare le loro recensioni positive e migliorando la loro reputazione.

I consumatori utilizzano spesso le recensioni negative per ottenere degli sconti

Le aziende sanno che una recensione negativa può allontanare centinaia di potenziali clienti. Questo è il motivo per cui adoperano qualsiasi mezzo per soddisfare i clienti insoddisfatti che lasciano recensioni negative.

Sfortunatamente, molti consumatori traggono un vantaggio ingiusto e utilizzano le recensioni negative come uno strumento di ricatto per ottenere offerte speciali e sconti.

Tali recensioni sono spesso fuorvianti, eppure, molte aziende decidono di cedere al ricatto pur di evitare un possibile danno reputazionale.

Molte aziende dispongono di recensori interni

Nonostante molte società provino a tenerlo nascosto (spesso con scarsi risultati) è risaputo che diverse aziende dispongono di un gruppo di recensori interni.

Si tratta di persone pagate dall’azienda per:

  • Produrre recensioni positive sul brand e sui prodotti dell’azienda.
  • Produrre recensioni negative sui concorrenti.

Allo stesso modo è risaputo che molte aziende acquistino profili falsi, siti web, blog e giornali online, così da poterli utilizzare a proprio vantaggio.

L’idea di fondo è quella di utilizzare questi supporti per produrre contenuti positivi nei confronti dell’azienda e contenuti negativi nei confronti dei competitor.

Certo è che questa strategia può essere un’arma a doppio taglio per le aziende.

I portali online stanno cominciando a lottare contro le recensioni false

Forse la cosa più spaventosa di tutto questo è che anche le più grandi piattaforme di social media e siti di recensioni non sono riusciti a contrastare efficacemente il proliferarsi di recensioni false.

Alcuni anni fa, Amazon ha citato in giudizio più di 1.000 professionisti che vendevano i loro servizi di recensione su Fiverr. Ma questo non ha impedito alle persone di trovare altri modi per manipolare le recensioni.

I grandi portali come Yelp e TripAdvisor hanno adottato diverse misure per contrastare recensioni false e troll, inclusi sistemi di rilevamento automatico e team di moderazione manuale. Alcuni siti consentono solo agli utenti verificati di lasciare recensioni e questo ha funzionato bene per le piattaforme di revisione che possono facilmente verificare gli utenti reali.

Di una cosa siamo però sicuri. Il potere di una recensione è indiscusso. Negli ultimi anni abbiamo però assistiti ad un sostanziale miglioramento. Le recensioni anonime o anomale hanno meno peso rispetto a quelle fornite da influencer del settore. Questo è sicuramente un vantaggio in quanto questo ci da la certezza di dialogare con una persona reale.

E tu? Cosa ne pensi delle recensioni online? Ti fidi? Le utilizzi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatta ReputationUP

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram