gestione della reputazione cose che assolutamente devi conoscere

5 cose che dovresti sapere sulla reputazione online

Per riuscire a comprendere il concetto di reputazione online, è necessario fare un esempio pratico. Immagina di aver ottenuto l’appuntamento che stavi cercando. Vuoi vestirti al meglio e fare una bella impressione. Chi non lo vorrebbe? Adesso immagina che su internet siano presenti informazioni che possono danneggiare la tua immagine, facendoti apparire per ciò che non sei.

Cosa succederebbe se la persona che deve incontrarti, incappasse in queste informazioni prima di vederti? Nella migliore delle ipotesi, potrebbe farsi un’idea sbagliata, nella peggiore, potrebbe decidere di non incontrarti. L’appuntamento che desideravi da una vita è andato in frantumi per colpa di alcune informazioni presenti in rete.

Questo è un esempio abbastanza banale, ma credo che basti a comprendere l’importanza di una corretta gestione della tua reputazione online. Si tratta di un argomento delicato da non sottovalutare.

Detto questo, nell’articolo di oggi vorrei parlarti di 5 cose che devi assolutamente sapere sulla tua reputazione online:

1. Chi ha bisogno della gestione della reputazione online?

Tutti! Dalle aziende alle piccole imprese ai professionisti, una corretta gestione della reputazione online è fondamentale. Che si tratti di mostrare nuove competenze, aumentare l’influenza online delle piccole imprese o contribuire a ridurre al minimo la diffusione di informazioni obsolete e dannose che generano diffamazione online; la prima pagina di Google è il tuo nuovo biglietto da visita. Anche se a popolare la prima pagina sono risultati di ricerca neutri, dovresti comunque cercare di migliorare la tua immagina online. I risultati di ricerca neutrali non ti metteranno in una posizione di vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti.

2. Cosa posso fare da solo?

È importante creare una presenza online di tutto rispetto. La reputazione online di un’azienda o di un professionista dovrebbe essere curata da esperti del settore (soprattutto durante una crisi), ma esistono alcune buone pratiche che puoi mettere in atto da solo.  Inizia creando e gestendo al meglio i tuoi profili social, personali e aziendali. Assicurati di registrare quelli più importanti come Facebook, Instagram, Twitter, YouTube e LinkedIn. Una volta che hai rivendicato i tuoi profili di social media, pubblica solo contenuti utili che possano essere facilmente accessibili al mondo esterno ed evita contenuti che possono lenire alla tua reputazione online. Nel caso in cui tu subisca un attacco da parte di eventuali haters, ti consiglio di imparare come eliminare i video da Youtube per proteggere la tua privacy o il tuo copyright.

Ricorda di gestire i tuoi profili social in modo professionale. Ad esempio, se il social media che stai usando ti permette di scegliere un nome utente (come nel caso della pagina Facebook), sceglilo con cura.

3. Perché la mia presenza online è importante?

Internet è uno strumento di ricerca molto potente e la maggior parte delle transazioni inizia con una ricerca.

Il 90% delle persone usa Internet per fare ricerche online e prendere delle decisioni d’acquisto. Se non sei tu a guidare le decisioni d’acquisto dei tuoi clienti, lo farà qualcun altro.  La prossima volta che visiti una città, compri un nuovo frigorifero o decidi di provare quel nuovo ristorante di sushi, prenditi un momento per riflettere su come sei arrivato a quella decisione. Molto probabilmente, hai effettuato una ricerca su internet prima di prendere qualsiasi decisione.

4. Dove vanno i risultati della ricerca negativa?

E’ quasi impossibile eliminare completamente le informazioni da Internet, ma esistono diverse strategie per minimizzare gli effetti di una cattiva reputazione. In un articolo di qualche giorno fà, abbiamo visto com’è possibile recuperare una reputazione aziendale danneggiata: portando sul fondo le notizie negative, in favore di quelle positive. Si tratta di una prassi comune per le agenzie che si occupano di gestione della reputazione. I risultati negativi, vengono spinti sulla parte bassa della pagina di ricerca, grazie a tecniche SEO specifiche. Questo è fondamentale, in quanto raramente le ricerche degli utenti si spingono fino alla seconda pagina. Considera che il 95% di tutte le ricerche non supera la prima pagina dei risultati di ricerca.

È molto probabile che le informazioni su di te, a pagina due, non siano viste dalla maggior parte delle persone.

5. Come faccio a sapere se ho bisogno di aiuto per la gestione della reputazione?

Googla il tuo nome o il nome del tuo business e osserva ciò che ottieni. Hai ottenuto i risultati che speravi? C’è qualcosa che non ti piace nei risultati?

Se i risultati che hai ricevuto non ti soddisfano, hai bisogno di un professionista che ripulisca la tua reputazione online. In questo caso, il consiglio più utile che posso darti è quello di affidarti ad un professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatta ReputationUP

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram