Google Alert: Cos’è, Come Funziona E Come Si Attiva [GUIDA 2020]

Se vuoi sapere cosa si dice di te o del tuo brand su Google la soluzione è Google Alert: è un tool gratuito che ti notifica via email i risultati Google con il tuo nome o quello del tuo brand.

Continua a leggere e scopri cos’è Google Alert, come funziona, come attivarlo e perché ti può essere utile.

Vuoi monitorare la tua Reputazione Online?

Ecco la soluzione: attivare il RepUP Monitoring Tool e saprai con certezza quanto vale il tuo brand sul web.

Cos’è Google Alert

Probabilmente, se hai la necessità di sapere cosa si dice a proposito della tua reputazione online, avrai già sentito parlare di Google Alert.

Cos’è? Un’applicazione sviluppata dal colosso di Mountain View: consente di monitorare il web e individuare le pagine che contengono specifiche parole chiave da te impostate.

Ogni volta che qualcuno menziona l’oggetto dell’avviso che hai inserito, o meglio la query, il servizio invia un alert (avviso) al tuo indirizzo e-mail.

In questo modo puoi rimanere sempre aggiornato sui tuoi argomenti preferiti. Oppure essere avvisato quando il tuo brand viene menzionato in rete (brand monitoring) per intercettare e decidere di cancellare recensioni negative.

È importante precisare che le informazioni vengono recuperate da siti web, blog e ricerche all’interno della rete di Google. Rimangono fuori social media, forum, deep web (il luogo virtuale dove finiscono i link deindicizzati da Google) e dark web.

L’applicazione è frutto dell’impegno dell’ingegnere indiano Naga Kataru, il cui nome è sui tre brevetti per Google Alert.

Naga Kataru, l'inventore di Google Alert
Naga Kataru, l’inventore di Google Alert

Era il febbraio del 2003.

Kataru, stanco di controllare le novità sull’imminente guerra degli Usa con l’Iraq, decise di mettere a punto un’applicazione.

Obiettivo: inviare via email gli avvisi corrispondenti a specifiche parole chiave.

L’ingegnere mostrò il suo prototipo ai co-fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page, i quali se ne innamorarono subito e lo lanciarono nell’agosto del 2003.

Come Funziona

Ora entriamo più nello specifico per capire come funziona Google Alert.

Hai la possibilità di impostare i seguenti parametri di ricerca:

Frequenza di ricezione degli avvisi;

Tipologia di siti che vuoi utilizzare come fonte;

Lingua di ricerca;

Regione di ricerca;

Quantità di risultati (solo i migliori o tutti);

Ti ricordo che l’applicazione è fruibile solo se sei in possesso di un account Google. Quindi, in caso ne fossi sprovvisto, provvedi subito a crearne uno.

Una volta iscritto, collegati alla home page del sito ufficiale e inizia a impostare le varie query di ricerca.

Farlo è semplicissimo: nel campo “Crea un pulsante di avviso”, collocato in cima alla pagina digita la parola chiave che vuoi monitorare.

Ad esempio, il tuo nome, il nome del tuo brand, la tua squadra del cuore, ecc.

Quindi consulta i risultati nell’anteprima di Alert.

Se tra i suggerimenti non hai trovato nessun risultato di tuo interesse, crea un avviso.

screenshot google alert matteo renzi
Nell’esempio in foto abbiamo impostato un alert su “Matteo Renzi”: così riceviamo via email l’elenco dei risultati presenti su Google che contengono la ricerca “Matteo Renzi”

A Cosa Serve

L’utilizzo di Google Alert comporta una serie di benefici, legati sia all’intrattenimento – ad esempio ti risparmia la fatica di cercare argomenti di tuo interesse sul web, facendolo al posto tuo e inviandoti gli aggiornamenti via email – ma soprattutto al business online.

Il vantaggio principale è quello di monitorare cosa si dice di te o del tuo brand su Google ed intercettare eventuali segnali di diffamazione online.

Si tratta quindi di uno strumento utilissimo per aziende, professionisti, politici e persone mediaticamente esposte.

Se, ad esempio, Google indicizza un link che parla male di te o del tuo brand potrai agire subito e capire come rimuovere contenuti da Google.

Come Impostare Google Alert

Una volta digitata la query di ricerca, Google Alert ti dà la possibilità di personalizzare le impostazioni per affinare i risultati.

Per impostare Google Alert inizia selezionando la frequenza con cui desideri essere informato di nuove segnalazioni.

Se vuoi essere allertato con urgenza, scegli Appena possibile; altrimenti imposta Al massimo una volta al giorno o Al massimo una volta alla settimana.

Quindi indica se mostrare i risultati da tutte le fonti o solo da determinate sorgenti (News, Blog, Web, Video, Libri, Discussioni, Finanza).

Come vedi, Google Alert non comprende il monitoraggio dei social media. Il che significa tagliare fuori dalla propria strategia di monitoraggio uno strumento molto utile per sondare il sentiment dei clienti.

A questo punto specifica la lingua e l’area geografica e scegli la quantità di alert che vuoi ricevere.

Infine, prima di confermare premendo il pulsante Crea Avviso, digita l’indirizzo email al quale desideri siano inviati gli alert.

screenshot google alert nome brand
Come puoi vedere, tra le fonti di ricerca non sono presenti i social network

Come Creare Un Alert

Mentre digiti la parola chiave che desideri monitorare, Google visualizza, in tempo reale, un’anteprima dei risultati corrispondenti alla tua query nell’area sottostante alla casella di ricerca.

Per creare Google Alert, una volta settati tutti i parametri che ti permettono di personalizzare i risultati, premi sul pulsante Crea Avviso.

Da questo momento, ogni volta che Google troverà risultati pertinenti alla parola chiave impostata, ti invierà un avviso via email.

Come Attivare l’Alert

Probabilmente, arrivato a questo punto, ti starai chiedendo come si attiva Google Alert.

Se ancora non hai effettuato l’accesso al tuo account Google, digita l’indirizzo email e la tua password nella pagina di login e fai clic su Avanti.

Verrai reindirizzato alla home page del servizio dove, per avviare il monitoraggio, dovrai pigiare di nuovo sul tasto azzurro Crea Avviso.

Se invece avevi già effettuato il login, l’alert verrà creato immediatamente. Così, ogni volta che Google intercetterà un nuovo risultato riguardante la parola chiave che ti interessa, riceverai un avviso al tuo indirizzo di posta elettronica.

Ogni alert può essere modificato in qualsiasi momento: per modificare gli avvisi già creati devi accedere a Google Alert e, in corrispondenza di un avviso, fare clic sull’icona della matita.

screenshot google alert modifica alert

A questo punto sei libero di apportare tutti i cambiamenti di tuo gradimento.

Se non visualizzi le opzioni, premi su Mostra opzioni per espandere il campo e visualizzare tutti i menu a tendina presenti.

Una volta apportate le modifiche desiderate, confermale facendo clic sul tasto Aggiorna avviso.

Come Usare Google Alert

Ora che sai come creare gli avvisi, il prossimo passo è capire come usare Google Alert.

Chi possiede un account Google può usare il servizio Alert per monitorare le menzioni relative al brand. Col medesimo fine, si può monitorare il proprio nome in caso di personal branding.

In questo senso, Google Alert è uno strumento efficace per controllare e difendere la web reputation. Ti permette, infatti, di intervenire tempestivamente e gestire commenti inappropriati, critiche o recensioni negative.

E puoi utilizzarlo anche per monitorare ciò che i competitors stanno facendo sul web.

Vuoi sapere se hanno lanciato un nuovo prodotto, quali contenuti pubblicano o se si sta parlando di loro?

Ti basterà impostare il nome dei tuoi concorrenti come query di ricerca per essere sempre aggiornato sulla situazione.

Google Alert è un eccellente strumento anche per i creatori di contenuti. Consente di scoprire nuove tendenze su un determinato argomento e trarne ispirazione per creare testi che generano traffico.

Le opzioni sono illimitate: nuovi progressi tecnologici, novità nel marketing digitale, letteratura, grafica e video marketing, solo per citarne alcuni.

Come Disattivarlo

E ora veniamo ai limiti di Google Alert.

Prima di tutto monitora solo la rete Google, tagliando fuori social network, forum, altri motori di ricerca come Bing o Yahoo, Deep Web e Dark Web.

Inoltre mostra solo i risultati che si trovano nelle prime posizioni Google.

Se vuoi smettere di seguire gli aggiornamenti concernenti una query per cui avevi attivato gli alert, ti spiego passo dopo passo come disattivare Google Alert.

Per eliminare gli avvisi già creati ti basta accedere al servizio e fare clic sull’icona a forma di cestino in corrispondenza dell’alert da rimuovere.

screenshot google alert disattiva alert

In alternativa, per non ricevere più gli alert, puoi cliccare su Annulla Iscrizione in fondo a qualsiasi email di avviso.

Rimane comunque un’ottima soluzione gratuita.

Ma se davvero vuoi effettuare un’analisi completa della tua Web Reputation ti invitiamo a testare la demo del RepUP Monitoring Tool: è il software di ReputationUP che monitora l’intera rete internet in tempo reale!

Come Fare Google Alert Senza Account Gmail

Per utilizzare Google Alert e gli altri servizi Google non è necessario disporre di un account Gmail.

Infatti è possibile servirsi di un indirizzo di posta elettronica di qualunque provider. In sostanza, si può avere un account Google separato da Gmail.

Come fare Google Alert senza account gmail?

Il procedimento da seguire è molto semplice: basta collegarsi al form di registrazione Crea il tuo Account Google , cliccare su Usa invece il mio indirizzo email corrente e inserire, nell’apposito campo, l’indirizzo e-mail gestito da un altro provider (ad esempio, @outlook.com, @hotmail.com, @alice.it, @tiscali.it, @yahoo.com, e così via).

screenshot google alert senza gmail

Ora clicca su avanti e, nella pagina che si apre, inserisci il codice di verifica ricevuto via email.

Ultimata la configurazione il tuo indirizzo di posta elettronica risulterà associato all’account Google, che potrai usare per Google Alert.

Vuoi monitorare la tua Reputazione Online?

Ecco la soluzione: attivare il RepUP Monitoring Tool e saprai con certezza quanto vale il tuo brand sul web.

2 commenti su “Google Alert: Cos’è, Come Funziona, Come Si Attiva [GUIDA 2020]”

  1. blank

    Articolo completo e chiaro su come funziona Google Alert. Grazie, ancora una volta siete la miglior risorsa di informazione sul web per chi vuole curare la propria immagine online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatta ReputationUP

Ricevi la Demo del
RepUP Monitoring Tool

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram